Mac Peer - Forum e guida Applicazioni per Mac, iPad, iPhone e iPod
Mac e Fotografia - Gestione del Colore: il monitor

Applicazioni Macintosh

Web Browser
Chat e videoconferenza
Peer-to-Peer p2p su mac
Streaming Video
Divx, xvid e Mpeg con il Mac
Programmi per la manutenzione del Mac
Visualizzatori di immagini
Mixare musica con il Mac

I migliori Tutorial

Mac Os X- Problemi e soluzioni
Sfoglia filmati in Safari
Immagini in JPG con AppleScript
Mac Os X: preferenze corrotte
Mac all'Anagrafe
Tiger e file invisibili
Registrare sul Mac un video in streaming
Da divx a DVD con iDvd
Thunderbird da Panther a Tiger
Mail 2.0 Mac OsX Tiger
APE + CUE su Mac
Copiare dati da Mac a Mac
Safe Boot (avvio di sicurezza del Mac)
Come disinstallare i programmi
Divx con ffmpegX
Splittare un divx
Gestione colore: il monitor
Gestione del colore: stampante
Pacifist: reinstallare le applicazioni da dvd o cd
Duplicare un Dvd-Film
Come si duplica un Dvd con capitoli
Masterizzare le foto con iPhoto
Guida ai processi di Mac Os X
Proteggere documenti con la password
Quanta Ram per il Mac
Spostare la cartella di iTunes
Ripulire un testo
ShakesPeer: DC++ per Mac

Tutti i tutorial per Mac

 

 

 

 


 

APP CONTEST
APP CONTEST

App per Mac
App per iPad
App per iPhone
App per Pod Touch

App per Categorie:

Business
Finanza
Fotografia
Giochi
Grafica e Design
Intrattenimento
Istruzione
Medicina
Meteo
Mode e Tendenze
Musica
News
Produttività
Riferimento
Salute e Benessere
Social Network
Sport
Sviluppatori
Utility
Viaggi
Video



Mac Os X - Tips e mini-tutorial


Domande e risposte sulla Gestione del Colore - Prima Parte

IL MONITOR



1 Cos'è il gamut di un display?
E' detto anche lo spazio colore del display ed è l'insieme di tutti i colori che il display può visualizzare. Si tratta di un sottoinsieme di tutti i colori che un essere umano vede, in quanto l’occhio umano percepisce molti più colori di quanti un monitor possa visualizzarne. Normalmente, nella sua rappresentazione grafica, il gamut è caratterizzato da un triangolo che comprende tutti i colori visualizzabili dal monitor.


Gamut di monitor CRT e LCD a confronto.


2 Cos'è il profilo di un display?
In prima approssimazione è una tabella che rappresenta il gamut del display.

3 Cosa sono le coordinate colorimetriche?
Sono una misurazione assoluta del colore. Così come ogni punto della terra è identificato da una latitudine e una longitudine, ogni colore che l'occhio umano vede è identificato da tre coordinate colorimetriche che si indicano con X, Y e Z.
Oltre a XYZ i sistemi più utilizzati in computer grafica sono quello basato sulle coordinate Y, x e y (luminanza + cromaticità) e quello basato sulle coordinate L, a e b.

4 Come si crea il profilo di un display?
In realtà non è possibile costruire tutte le righe della tabella, perché sono troppe quindi se ne costruiscono solo alcune (qualche migliaio) utilizzando un software e uno strumento di misura (colorimetro o spettrofotometro).
Il software visualizza su display una terna di valori RGB e altri vari apttern di colori e lo strumento misura il colore così prodotto. Lo si fa per diverse combinazioni RGB e i risultati vengono riportati dal software in tabella.


5 In pratica cosa serve?
Serve uno strumento di misura e un apposito software. Dopo averlo installato e lanciato, il software fa qualche domanda, poi prosegue tutto da solo e crea il profilo.

6 Quale software devo acquistare per creare un profilo del monitor?

In ordine di qualità:
a. Monaco Optix XR di X-Rite (strumento + software) circa 300 €
b. basICColor Display 3 di BasICColor (strumento + software) circa 250 €
c. Eye One Display 2 di Gretag Macbeth (strumento + software), circa 200 €
d. Spyder 2 di pantone Color Vision (strumento + software) circa 180 €



Il colorimetro Monaco Optix XR


7 Il profilo creato è univoco o lo posso usare su altri display?
No, il profilo di un display vale solo per quel display, lo caratterizza, è la sua carta d’identità.

8 Spesso se si acquista un monitor viene fornito anche il relativo profilo. Perche allora dovrei profilare il monitor?
Il profilo che il costruttore fornisce con un monitor è un profilo generico per quel tipo di monitor. Ma ogni monitor richiede il proprio profilo per cui il profilo generico non va bene.
Comunque possiamo distinguere tra monitor CRT (tubo a raggi catodici) e monitor LCD (cristalli liquidi).
Il monitor CRT è molto più variabile da esemplare a esemplare, anche dello stesso tipo e marca, e anche nel tempo, e dunque il profilo generico è assolutamente da scartare.
Il monitor LCD invece è più stabile e se il profilo è stato fatto correttamente (dipende dalla marca) può andare bene, sempre comunque nei limiti.


9 Ci sono anche software che consentono di creare il profilo di un display senza strumento?
Sì, ci sono (Adobe Gamma per Windows e Apple Calibrator per Mac OS) ma il loro uso è sconsigliato. Funzionano "ad occhio", ma l'occhio umano non riesce a misurare il colore, può solo averne una percezione che comunque è diversa da persona a persona.

10 Riferiti ad un display, calibrare e profilare sono sinonimi?

No, sono due operazioni diverse. Profilare significa registrare le impostazioni dello stato noto.

11 Cosa significa calibrare un display?
Significa portarlo in uno stato stabile e noto, raggiunto il quale è possibile creare il profilo.

12 Cosa significa profilare un display?
Significa registrare le impostazioni del display dopo averlo portato in uno stato noto.

13 Cosa bisogna regolare per calibrare un display?
Quattro cose:
a. la luminanza del bianco (si misura in candele al metro quadrato);
b. la cromaticità del bianco (si misura in kelvin);
c. la curva di risposta (detta gamma per i display CRT);
d. la luminanza del nero (non sempre è necessario regolarla).
Dei quattro punti, solo il punto b e il punto c devono essere conosciuti dall’utente: la cromaticità del bianco deve avere la stessa temperatura di colore del corpo illuminante installato nel luogo in cui si trova il monitor, mentre la gamma dei display è solitamente 2.2 o 1.8 a seconda del tipo di monitor (è comunque dichiarato dal produttore).

14 Come si operano queste regolazioni in un display CRT?
a. la luminanza del bianco con il controllo hardware di "contrasto";
b. la cromaticità del bianco con i controlli OSD se il monitor ne è provvisto, altrimenti agendo sulla LUT della scheda video;
c. la curva di risposta, cioè il gamma, agendo sulla LUT della scheda video;
d. la luminanza del nero con il controllo di "luminosità".

15 E in un un display LCD?
a. la luminanza del bianco con il controllo hardware o software di "luminosità"
b. la cromaticità del bianco solitamente non è modificabile da monitor, ma solo agendo sulla LUT della scheda video;
c. la curva di risposta, cioè il gamma, agendo sulla LUT della scheda video;
d. la luminanza del nero solitamente non è modificabile individualmente (modificando la luminanza del bianco viene modificata anche la luminanza del nero, in modo che il rapporto rimanga costante)

16 Chi effettua queste regolazioni?
a. la luminanza del bianco: l'utente con i controlli hardware del monitor; oppure il software di profilazione (se è in grado di controllare il monitor e se il monitor è in grado di farsi controllare dal software);
b. la cromaticità del bianco: l'utente se il monitor dispone di comandi OSD; oppure il software di profilazione (agendo sull'hardware del monitor con comandi DLL se è in grado di farlo, altrimenti agendo sulla LUT della scheda video);
c. la curva di risposta: il software di profilazione, agendo sulla LUT della scheda video;
d. la luminanza del nero: l'utente con i controlli hardware del monitor; oppure il software di profilazione se è in grado di farlo.

17 Per calibrare la cromaticità del bianco, se si può scegliere, è meglio agire sulla LUT o sull'hardware del monitor?

E' meglio agire sull'hardware del monitor, perché agire sulla LUT significa abbassare alcuni valori (per esempio la massima luminanza del blu) e dunque perdere complessivamente luminanza.

18 Quali sono i valori di calibrazione consigliati?
Si tratta di preferenze personali, ma c'è un vasto consenso su questi valori:
- cromaticità del bianco circa 6500 K (standard Europeo) e 5500 K (standard Americano);
- gamma circa 2.2;
- luminanza del bianco la massima consigliata (comunque attorno alle 100 cd/mq).

19 Esistono programmi separati per la calibrazione e le profilazione?
Tutti i programmi di profilazione prima calibrano il monitor e poi creano il profilo, registrando le informazioni acquisite.

20 Ho un monitor che si può settare in sRGB tramite il suo menù. Mi conviene lasciarlo così ed usare il profilo sRGB?
Le impostazioni di fabbrica sono sempre da prendere con cautela. La cosa migliore è calibrare il monitor alle impostazioni preferite e creare un nuovo profilo.

21 Dal punto di vista del colore è meglio un display CRT o un display LCD?
Oggi la scelta migliore è un display LCD. Ormai hanno un gamut uguale o superiore a un CRT, sono più luminosi, hanno un migliore contrasto, sono più stabili e più fedeli nella riproduzione del colore.

22 Cos'è il rapporto di contrasto (contrast ratio) di un monitor, e perché lo si indica sempre nei monitor LCD e mai nei monitor CRT?
E' il rapporto tra la luminanza del bianco e quella del nero, cioè tra la
massima e la minima luminanza che il monitor può produrre.
Nei monitor CRT queste due luminanze si regolano rispettivamente con i controlli di "contrasto" e di "luminosità" e dunque non c'è un rapporto di contrasto fisso. Nei monitor LCD si può regolare solo la luminanza del bianco con il controllo di "luminosità". Quella del nero non è regolabile, ma segue quella del bianco in un rapporto fisso. Per esempio se il rapporto di contrasto è 500:1 e si regola la luminanza del bianco a 80 cd/mq, quella del nero sarà a 80/500 = 0,16 cd/mq.

23 Quali sono i migliori monitor LCD e CRT oggi sul mercato, per usi professionali e soft proofing?
Da vari pareri su diverse mailing list e forums pare che i migliori LCD siano, nell'ordine, Eizo ColorEdge CG 21, Apple Cinema e LaCie 321.
I migliori CRT sono Barco, Mitsubishi e Lacie.

Fonte: Mauro Boscarol. - Gestione digitale del colore (Gruppo Yahoo)
Grazie a Carmine, Luca Gioletta, Alberto Maccaferri, Claudio Marconato, Giuseppe Andretta, Claudio Lanconelli.

Articolo pubblicato da Peciot

Area del Forum - Mac e Fotografia

 

 

Google

 


 

Principali sezioni del Forum di Mac Peer:


Forum Index
Mac Help
Mac basic
Mac News- Pianeta Apple
Applicazioni
Hardware e periferiche
I migliori freeware
Giochi per Mac
p2p su Macintosh
Mi sono iscritto al Forum
Grafica Digitale
Audio Video Foto col Mac
Artlab
Estesie
Mercatino Vendo
Mercatino Cerco

ARCHIVIO