Apple Special Event, tutte le novità

Posted 23/10/2012 by gabod3 in iPOD iPHONE & iPAD

E’ terminato da pochi minuti l’evento speciale Apple, dopo tanto tempo trasmesso in streaming live. Ad aprire la presentazione è il CEO di Apple Tim Cook che esordisce descrivendo il successo di vendite dell’iPhone 5 (5 milioni di pezzi venduti nel primo week-end, miglior risultato di sempre per un iPhone e per un cellulare in generale). Anche i dati di vendita dei nuovi iPod nano e touch sono ragguardevoli, già raggiunti i 3 milioni di pezzi venduti, con il chiaro obbiettivo di farne un perfetto regalo per le prossime festività. Altro dato importante è quello legato alla rapida penetrazione di iOS 6, con già 200 milioni di iDevice aggiornati all’ultima versione del sistema operativo mobile Apple ed all’integrazione fra iOS 6 e Mountain Lion, progettati per funzionare in sinergia. Documents in the Cloud conta già 125 milioni di documenti sulla nuvola in un anno, iMessage 300 miliardi di messaggi inviati in un anno, Game Center 160 milioni di account, Shared Photo Stream 70 milioni di foto condivise in un mese, App Store ha oltre 700 mila app, di cui 175 mila sviluppate appositamente per iPad, sono già più di 35 miliardi i download effettuati sull’App Store (con ben 6.5 miliardi di dollari versati da Apple agli sviluppatori), 1.5 milioni di libri disponibili su Books Store e 400 milioni di download effettuati. Ed è proprio l’app iBooks ad essere la prima novità di oggi, con un aggiornamento subito disponibile che vede nuove funzioni di lettura e di condivisione (anche con i social network), oltre al supporto per lingue orientali.

Ma l’attesa maggiore è tutta per quelle che saranno le novità legate all’hardware e l’attenzione passa dunque ai Mac. Phil Shiller prende il posto di Cook per presentare il nuovo MacBook Pro 13″ Retina display, più leggero e sottile del modello tradizionale con lettore ottico, stesse porte del 15″ e schermo da 2560×1600 pollici (più di 4 milioni di pixel, quasi il doppio di una TV Full HD). Tantissime le app già compatibili con il display Retina, batteria da 7 ore e modelli a partire da 1.779 Euro disponibili da oggi stesso.

Altra novità è un corposo speed bump del Mac mini, che monta ora i nuovi processori Ivy Bridge, porte USB 3.0 con modelli a partire da 649 Euro disponibili da oggi stesso.

Ma il Mac che subisce l’aggiornamento più sostanziale e senza dubbio l’iMac. L’ottava generazione ha un nuovo design dall’aspetto estremamente sottile (bordo di 5mm), con il display saldato al retro in alluminio grazie alla tecnologia “friction stir welding”. Scompare il lettore ottico e proprio il display con vetro fino ai bordi e 2560×1440 pixel (nel 27″) e 1920×1080 pixel (nel 21.5″) con design “full lamination”, “plasma deposition process” (75% di riflesso in meno) e calibrazione individuale è la caratteristica che distingue subito il nuovo iMac. I processori sono gli Ivy Bridge, dischi fino a 3TB con la novità della possibilità di scegliere, otre che fra dischi tradizionali e dischi SSD, anche i nuovi Fusion Drive, dischi ibridi con un settore SSD per il sistema operativo e le applicazioni maggiormente utilizzate ed un settore tradizionale HDD per tutte le altre applicazioni, i documenti ed i file. Il 21.5″ parte da 1.379 Euro e sarà disponibile da novembre, mentre il 27″ parte da 1.899 Euro e sarà disponibile da dicembre.

Dopo i Mac l’attenzione converge sull’iPad e sul palco torna Tim Cook per snocciolare i dati di vendita: 100 milioni di iPad venduti in due anni e mezzo (più di tutti i PC messi assieme). Gli iPad generano poi il 91% del traffico web di tutti i tablet presenti sul mercato ed il 94% delle aziende che fanno parte del Fortune 500 hanno già implementato l’iPad al loro interno. La quarta generazione di iPad che Apple presenta oggi vede un corposo aggiornamento della componentistica interna, fra cui spiccano il processore A6X (2 volte più veloce del precedente, anche nelle prestazioni grafiche), ISP di nuova generazione, videocamera frontale FaceTime HD, LTE globale e connettore Lighting. Nessuna modifica ai prezzi.

Ultima novità, forse la più annunciata dai rumor, l’introduzione del nuovo iPad mini: 7.2 mm di spessore per 308 grammi di peso. Lo schermo è da 7.9″ con gli stessi pixel dell’iPad 2 (1024×768). Questo significa che gli sviluppatori non dovranno adattare le app per l’iPad mini, ma si potranno usare quelle già realizzate per l’iPad grazie allo schermo dalle medesime proporzioni. Caratteristiche principali il processore A5 dual-core, la videocamera frontale FaceTime HD, iSight da 5MP ed LTE globale. Disponibile in bianco e nero sia Wi-Fi che Wi-Fi + Cellular, ordinabile a partire dal 26 ottobre. Prezzi da 329 Euro.




About the Author

gabod3


 
Magazine
 
  • Come usare Instagram con Mac. Aggiungere immagini con Safari.
  • 100%
    Antonio Scurati M - Il figlio del secolo
  • Chi cerca trova sul Forumn di Mac Peer, soluzioni e aiuto per Mac, iPhone e iPad