Close

Pagina 18 di 18 PrimaPrima ... 8161718
Risultati da 171 a 180 di 180

Discussione: UN INCIPIT

  1. #171
    Approdato su Mac Peer L'avatar di maccheč
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    18

     

    Citazione Originariamente Scritto da Truzzo Visualizza Messaggio
    Mi sono letto tutte e 15 le pagine del topic....di fila!
    I miei autori preferiti ci sono giŕ tutti: Yourcenar, Bulgakov, Salinger, Chatwin, Blisset, Suskind....Allora, per essere arrivato tardi, ve ne aggiungo di seguito altri che, secondo il mio umilissimo parere, meritano di comparire in questo elenco:

    ________

    "Tutta colpa di Tery. E' lui il mio sassolino nella scarpa. E se proprio devo essere sincero, č per togliermelo che ho deciso di cacciarmi in questo casino, cioč di raccontare la vera storia della mia vita dissipata"

    Mordecai Richler, La versione di Barney

    Ahia!! nel tuo elenco manca Saul Bellow!! (ma se hai apprezzato Richler -grande!- non puoi non averlo letto.)
    Alle grandi domande della filosofia forse conviene rispondere in breve (A. Massarenti, Il lancio del nano)

  2. #172
    Oracolo di Mac Peer
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Localitŕ
    Roma
    Messaggi
    3,558
    No, non credo di averlo, altrimenti me ne ricorderei (il che, non č una certezza).

    Dammi un incipit che ritieni che meriti...
    [B][COLOR=grey][SIZE=2]Memento [/SIZE][/COLOR][COLOR=grey][SIZE=2]gAude[/SIZE][/COLOR][COLOR=grey][SIZE=2]re Semper[/SIZE][/COLOR][/B]
    [COLOR=Silver]---------------------------------------[/COLOR]
    [SIZE=1][COLOR=Gray]Ciň che nella vita reale mi ha sempre e ovunque ostacolato č stata la mia incapacitŕ di farmi un'idea autentica della meschinitŕ e della bassezza degli uomini.[/COLOR][I][COLOR=Silver] (A. Schopenhauer)
    [/COLOR][/I][/SIZE]

  3. #173
    Approdato su Mac Peer L'avatar di maccheč
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    18
    L'incipit di quello che mi ha piů 'rapita' non merita, ma tutto il libro sě
    Ne muoiono piů di crepacuore.

    te lo consiglio vivamente

    (Vado a godermi il filmato che sono riuscita a trasferire su pendrive dopo
    - aver cercato tanto sulla ricerca
    -aver letto tanti post senza trovare le indicazioni necessarie resistendo alla tentazione di chiedere aiuto per evitare cazziatoni
    -aver trasferito il filmato su pendrive per puro caso (ho copiato il filmato, trovato un'icona 'no name' -era del pendrive riconosciuta perchč apparivano delle foto-, col dx del mouse ho cliccato su incolla e ... vualŕ!!).
    - essermi dannata perchč il lettore non lo leggeva
    -essermi accorta che il lettore era scollegato dalla tv

    continua la saga della fortuna del principiante )
    Alle grandi domande della filosofia forse conviene rispondere in breve (A. Massarenti, Il lancio del nano)

  4. #174
    Approdato su Mac Peer L'avatar di maccheč
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    18
    Donne che amano troppo
    di Robin Notrhwood, Ed. Feltrinelli

    purtroppo il mio disordine cronico mi impedisce di trovare subito i libri che mi sono piů cari e ... l'incipit va a farsi friggere. perň non posso mancare di raccomandare questo libro di cui ho regalato, non a caso, tante copie.
    dipendesse da me lo inserirei, obbligatorio, tra i testi di studio/riflessione di ogni scuola superiore.
    tratta, appunto, di donne (ma anche tanti uomini sono interessati al fenomeno) la cui relazione d'amore č caratterizzata da sofferenza ed insegna a riconoscere i sintomi di un rapporto che sfocerŕ, fatalmente, nel dolore.
    quanti rapporti 'malati' conosciamo/abbiamo vissuto ? cosa spinge donne e uomini ad intrappolarsi in legami soffocanti, problematici, troppo spesso pericolosi?
    come riconoscere questo tipo d'amore malato? come prenderne coscienza? come scampare il pericolo?
    leggetelo con attenzione, regalatelo alle vostre figlie (la sindrome della crocerossina sta sempre dietro l'angolo), alle vostre amiche, ai vostri compagni di vita.
    Alle grandi domande della filosofia forse conviene rispondere in breve (A. Massarenti, Il lancio del nano)

  5. #175
    Quintessenza di Mac Peer
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Localitŕ
    Roma
    Messaggi
    7,938
    L'ho letto. Tutto, e anche bene. Poi, dopo qualche anno, confesso di averlo buttato via, perché ha cominciato a darmi l'idea del "manuale", ed č la cosa che odio di piů... Una mia insofferenza soggettiva, per caritŕ... Questo per dire che avrei scritto volentieri io l'incipit, ma non ho piů il libro... Perň TROVALO, perché l'incipit ci vuole, altrimenti hai sbagliato sezione

    Attenzione al cognome: Norwood.
    [COLOR="DarkGreen"][SIZE="2"][FONT="Georgia"]Se hai trovato [SIZE="2"]un cammino senza ostacoli, č probabile che non conduca a nulla.[/FONT][/SIZE][/SIZE][/COLOR]

  6. #176
    Approdato su Mac Peer L'avatar di maccheč
    Data Registrazione
    Mar 2010
    Messaggi
    18

    ho svuotato 2 settori della libreria per cercarlo. nutrirň speranza fino al trentaquattresimo (sono un'ottimista accanita ).
    Un manuale? Forse. 'Come riconoscere di essere una vittima predestinata e scampare il pericolo', ma magari qualche ragazza di mia conoscenza l'avesse letto prima....

    Norwood, č vero (l'etŕ fa brutti scherzi )
    Alle grandi domande della filosofia forse conviene rispondere in breve (A. Massarenti, Il lancio del nano)

  7. #177
    Quintessenza di Mac Peer
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Localitŕ
    Roma
    Messaggi
    7,938
    "Saranno in molti a biasimarmi. Che posso farci? Č colpa mia se pochi mesi prima della dichiarazione di guerra avevo solo dodici anni? Forse le emozioni scatenate da quell'evento straordinario appartengono a un genere che l'infanzia non sperimenta mai. Ma, poiché č difficile invecchiarsi in maniera efficace, in barba alle apparenze, proprio in quell'etŕ acerba mi capitň d'impegnarmi in un'avventura che metterebbe in imbarazzo persino un adulto. E non sono stato l'unico. Di quel periodo, i miei coetanei conserveranno ricordi assai diversi da quelli dei compagni piů anziani. Quanto a coloro che giŕ adesso me ne vogliono, li esorto a raffigurarsi ciň che la guerra rappresentň per molti giovanissimi: quattro lunghi anni di vacanze..."

    (Raymond Radiguet - Il diavolo in corpo)
    [COLOR="DarkGreen"][SIZE="2"][FONT="Georgia"]Se hai trovato [SIZE="2"]un cammino senza ostacoli, č probabile che non conduca a nulla.[/FONT][/SIZE][/SIZE][/COLOR]

  8. #178
    Approdato su Mac Peer L'avatar di vudi75
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Localitŕ
    Alessandria
    Messaggi
    35
    " fotografare e disegnare - visti in parallelo -
    La fotografia č per me l'impulso spontaneo di un'attenzione visiva perpetua che capta l'istante e la sua eternitŕ.
    Il disegno, per la sua grafologia, elabora quello che la nostra coscienza ha colto di quell'istante.
    La fotografia č un'azione immediata, il disegno una meditazione "

    tratto da L'immaginario dal vero di Henri Cartier-Bresson

    non č proprio l'incipit ma sono alcune righe che mi hanno colpito in modo particolare, chiedo scusa

    bell'idea una discussione sugli incipit preferiti
    [FONT="Comic Sans MS"][COLOR="Navy"]imac 21,5" - mac os x v.10.11 - intel core 2 duo 3,06 Mhz - 8 Gb DDR3 - ati radeon hd 4670 256 Mb[/COLOR][/FONT]

    [COLOR="Gray"][FONT="Comic Sans MS"]to live a creative life we must lose our fear of being wrong[/FONT][/COLOR]

  9. #179
    Amico di Mac Peer L'avatar di Kata
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Localitŕ
    Magenta (MI)
    Messaggi
    118
    "Alice Della Rocca odiava la scuola di sci. Odiava la sveglia alle sette e mezzo del mattino anche
    nelle vacanze di Natale e suo padre che a colazione la fissava e sotto il tavolo faceva ballare la
    gamba nervosamente, come a dire su, sbrigati. Odiava la calzamaglia di lana che la pungeva sulle
    cosce, le moffole che non le lasciavano muovere le dita, il casco che le schiacciava le guance e
    puntava con il ferro sulla mandibola e poi quegli scarponi, sempre troppo stretti, che la facevano
    camminare come un gorilla."

    (La solitudine dei numeri primi - Paolo Giordano)
    [FONT="Palatino Linotype"][B]Computer[/B] : [COLOR="Navy"]I-Mac 24" C2D 2.8Ghz 4GB RAM[/COLOR][/FONT]

  10. #180
    Portento di Mac Peer L'avatar di gripa
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Localitŕ
    brescia
    Messaggi
    2,237

     

    "Da piccolo passavo spesso il fine settimana da mia nonna.
    Quando arrivavo, il venerdě sera, lei mi sollevava in uno dei suoi abbracci soffocanti.
    E quando me ne andavo, la domenica pomeriggio, mi alzava di nuovo per aria.
    Solo molti anni dopo ho capito che mi stava pesando."

    SE NIENTE IMPORTA Jonathan Safran Foer
    Ultima modifica di gripa; 20-09-10 alle 11:10
    Fupic : [URL="http://www.tuttologia.com/artlab/fupic/index.html"][COLOR="DarkRed"]Le prime 52 vignette.[/COLOR][/URL]

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •